Skip to content

A2C

  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • black color
  • cyan color
  • green color
Normativa antincendio - Quadro disposizioni VVF Stampa E-mail
Consulenza

antincendioLa normativa antincendio è molto articolata e ha avuto notevoli evoluzioni nel corso degli ultimi 10 anni. Sono numerosissime le disposizioni abrogate ultimamente, che fino al decennio scorso costituivano i pilastri della prevenzioni incendi. In particolare si è passati da una logica puramente prescrittiva ad un criterio di applicazione di principi ingegneristici alla prevenzione incendi, denominato appunto:"approccio ingegneristico". Inoltre, dal punto di vista della presentazione delle istanze, un cambiamento molto radicale è stato quello dovuto al DPR 151/2011, che ha modificato l'elenco delle attività soggette a controllo (ex D.M. 16/02/1982) e le modalità di verifica da parte dei VVF. Anche il recente DM 07/08/2012 ha profondamente cambiato l'iter di ottenimento del parere di conformità antincendio (in passato denominato "Certificato di prevenzione incendi" o "CPI").

L'attuale quadro normativo generale si basa sulle seguenti disposizioni:

Descrizione breve

Denominazione

Normativa

Prevenzione incendi

Regolamento recante disciplina dei procedimenti relativi alla Prevenzione Incendi;

DPR 151/11

Modalità presentazione istanze

Disposizioni relative alle modalità di presentazione ed al contenuto delle domande per l’avvio di procedimenti di prevenzione incendi, nonché all’uniformità dei connessi servizi resi dai Comandi provinciali dei vigili del fuoco”, adottato ai sensi del precedente regolamento di prevenzione incendi;

DM 07/08/2012

Termini e definizioni

"Termini,definizioni generali e simboli grafici di prevenzione incendi";

DM 30/11/1983

Tariffe VVF

"Aggiornamento delle tariffe dovute per i servizi a pagamento resi dal Corpo nazionale dei vigili del fuoco";

DM 02/03/2012

Incidenti rilevanti

"Controllo dei pericoli di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose (Seveso III)";

D.lgs. 334/99, D.lgs. 238/05

Approccio ingegneristico

"Direttive per l'attuazione dell'approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio";

DM 9/5/2007

Classificazione REI

"Classificazione di resistenza al fuoco di prodotti ed elementi costruttivi di opere da costruzione";

DM 16/2/2007

Prestazioni

"Prestazioni di resistenza al fuoco delle costruzioni nelle attività soggette al controllo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco";

DM 9/3/2007 Circ.P414-4122

Classi REI

"Classi di reazione al fuoco per i prodotti da costruzione da impiegarsi nelle opere per le quali e' prescritto il requisito della sicurezza in caso d'incendio";

DM 10/3/2005

DM 25/10/2007

Requisiti resistenza

"Requisiti di reazione al fuoco dei prodotti da costruzione installati in attività disciplinate da specifiche disposizioni tecniche di prevenzione incendi in base al sistema di classificazione europeo";

DM 15/3/2005

Porte

"Disposizioni relative all'installazione ed alla manutenzione dei dispositivi per l'apertura delle porte installate lungo le vie d'esodo, relativamente alla sicurezza in caso d'incendio";

DM 3/11/2004

Installazione impianti

"Riordino delle disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all'interno degli edifici";

DM 22/1/2008

Ascensori

"Regola tecnica di prevenzione incendi per i vani degli impianti di sollevamento ubicati nelle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi";

DM 15/9/2005

Miniere

Attività estrattive:"Attuazione della direttiva 92/91/CEE relativa alla sicurezza e salute dei lavoratori nelle industrie estrattive per trivellazione e della direttiva 92/104/CEE relativa alla sicurezza e salute dei lavoratori nelle industrie estrattive a cielo aperto o sotterranee" e "Chiarimenti in materia di prevenzione incendi nelle attività estrattive condotte mediante perforazione";

LC 19/5/97

Fotovoltaico

"Guida per l'installazione degli impianti fotovoltaici";

Nota Prot. 1324 07/02/2012

 

 

Mentre il quadro di applicazione delle normative specifiche, ordinato rispetto alle varie tipologie di attività espresse nel DPR 151/2011, è il seguente:

Tipologia 151/11

Denominazione

Normativa

3

Depositi Bombole GPL: "Norme di sicurezza per la costruzione e l'esercizio di depositi di G.P.L. contenuti in recipienti portatili e delle rivendite";

Circ. M.I. n. 74 del 20/9/1956

4

Depositi GPL:  "Regola tecnica di prevenzione incendi per l'installazione e l'esercizio dei depositi di GPLcon capacità non superiore a 13 m3";

DM 14/5/2004

4

Grandi depositi GPL:  "Regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione l'installazione e l'esercizio dei depositi di G.P.L.in serbatoi fissi di capacità complessiva superiore a 5 m3 e/o in recipienti mobili di capacità complessiva superiore a 5.000 kg";

DM 13/10/1994

4

Semplificazione delle procedure di prevenzione di incendi depositi di G.P.L.: "Regolamento recante semplificazione delle procedure di prevenzione di incendi relative ai depositi di G.P.L. in serbatoi fissi di capacità complessiva non superiore a 5 m3" e successivi chiarimenti ed indirizzi applicativi forniti con varie lettere circolari;

DPR n. 214 12/4/2006

4

"Parte seconda - Depositi per l'accumulo di gas naturale";

DM 24/11/84

5

Prevenzione incendi ossigeno liquido - "Contenitori di ossigeno liquido. Tank ed evaporatori freddi per uso industriale";

Circolare n. 99 del 15/10/1964

6

"Regola tecnica per la progettazione, costruzione, collaudo, esercizio e sorveglianza delle opere e dei sistemi di distribuzione e di linee dirette del gas naturale con densità non superiore a 0,8";

DM 16/4/2008

6

"Regola tecnica per la progettazione, costruzione, collaudo, esercizio e sorveglianza delle opere e degli impianti di trasporto di gas naturale con densità non superiore a 0,8";

DM 17/4/2008

11, 12

"Norme di sicurezza per la lavorazione, l'immagazzinamento, l'impiego o la vendita di oli minerali e per il trasporto degli oli stessi";

DM 31/07/1934

13

Distributori stradali carburanti liquidi: "Distributori stradali di carburanti";  "Requisiti tecnici per la costruzione, l'installazione e l'esercizio dei serbatoi interrati destinati allo stoccaggio di carburanti liquidi per autotrazione, presso gli impianti di distribuzione";

Circ. M.I. n. 10 del 10/2/1969

DM 29/11/2002

13

Distributori stradali GPL:"Regolamento recante disciplina per la sicurezza degli impianti di distribuzione stradale di G.P.L. per autotrazione";

DPR 24/10/2003

13

Distributori stradali metano: (rettifica dell'allegato al DM 24/5/2002) "Norme di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio degli impianti di distribuzione stradale di gas naturale per autotrazione";

DM 28/6/2002

13

Prevenzione incendi contenitori distributori rimovibili: "Regola tecnica di prevenzione incendi per l'installazione e l'esercizio di depositi di gasolio per autotrazione ad uso privato, di capacità geometrica non superiore a 9 m3, in contenitori-distributori rimovibili per il rifornimento di automezzi destinati all'attività di autotrasporto"; e  "Norme per il rifornimento di carburanti, a mezzo di contenitori-distributori mobili, per macchine in uso presso aziende agricole, cave e cantieri" ;

DM 12/09/2003

DM 19/03/1990

13

"Regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio degli impianti di distribuzione di idrogeno per autotrazione;

DM 31/08/2006

15

"Regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio dei depositi di soluzioni idroalcoliche";

DM 18/05/1995

17, 18

Esplosivi"Regolamento per l'esecuzione del testo unico 18 giugno 1931, n. 773 delle leggi di pubblica sicurezza";

R.D. n. 635 06/05/1940,

47

Gruppi elettrogeni:  "Regola tecnica di prevenzione incendi per la installazione di motori a combustione interna accoppiati a macchina generatrice elettrica o ad altra macchina operatrice e di unità di cogenerazione a servizio di attività civili, industriali, agricole, artigianali, commerciali e di servizi";

D.M. 13/7/2011

65

Locali di pubblico spettacolo: "Regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio dei locali di intrattenimento e di pubblico spettacolo";

DM 19/8/1996

65

Spettacoli viaggianti:"Norme di sicurezza per le attività di spettacolo  viaggiante"e "Chiarimenti e indirizzi applicativi",  "Monitoraggio applicativo e raccolta indirizzi procedurali", "Elenco ministeriale delle attività spettacolari, attrazioni e trattenimenti...";

DM 18/5/2007, Circ.114 01/12/09, Circ. 958/4109/29

65

Impianti sportivi:  "Norme di sicurezza per la costruzione e l'esercizio di impianti sportivi" “Linee guida per la redazione del progetto preliminare relativo all'adeguamento degli impianti sportivi destinati alle manifestazioni calcistiche con capienza superiore a 10.000 spettatori";

DM 18/3/1996, DM 06/06/05, Circ. P1091/4139

66

Alberghi:  "Regola tecnica di prevenzione incendi per la costruzione e l'esercizio delle attività ricettive turistico-alberghiere" e  per le attività ricettive esistenti;

DM 9/4/1994

DM 6/10/2003

67

Scuole:  "Norme di prevenzione incendi per l'edilizia scolastica";

DM 26/8/1992

68

Ospedali:  "Regola tecnica di prevenzione incendi relativa alle strutture sanitarie pubbliche e private";

DM 18/9/2002

69

Attività commerciali:  "Regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio delle attività commerciali con superficie superiore a 400 mq";

DM 27/7/2010

71

Uffici:  "Regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l'esercizio di edifici e/o locali destinati ad uffici";

DM 22/2/2006

72

Edifici storici: "Norme di sicurezza antincendio per gli edifici storici e artistici destinati a musei, gallerie, esposizioni e mostre"; "Regolamento contenente norme di sicurezza antincendio per gli edifici di interesse storico-artisticodestinati a biblioteche ed archivi";

DM 20/05/1992

DPR 418/1995

74

Impianti termici gas:  "Regola tecnica di prevenzione incendi per impianti termici alimentati da combustibili gassosi";

DM 12/4/1996

74

Impianti termici combustibili liquidi:  "Regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l'esercizio degli impianti termici alimentati da combustibili liquidi";

DM 28/4/2005

75

Autorimesse:  "Norme di sicurezza antincendi per la costruzione e l'esercizio di autorimesse e simili";

DM 1/2/1986

77

Edifici di civile abitazione:"Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione";

DM 16/5/1987

TUTTE

"Criteri generali di sicurezza antincendio e per la gestione dell'emergenza nei luoghi di lavoro";

DM 10/3/1998

 

 

Cosa offrono i tecnici dell’A2C

A2C

I professionisti di A2C che operano nel campo antincendio sono abilitati ai sensi della ex L.818/84 (art. 16 del D.Lgs 139/2006) e si occupano di tutte le pratiche inerenti la Prevenzione Incendi; in particolare:

  • Segnalazione Certificata di Inizio Attività ai fini dell'Antincendio (SCIA);
  • Istanza ai VVF per la valutazione dei progetti, al fine di ottenere il parere di conformità;
  • Richiesta di rinnovo periodico di conformità antincendio;
  • Istanza ai VVF di deroga alla normativa antincendio;
  • Istanza ai VVF di Nulla Osta di Fattibilità antincendio (NOF);
  • Assistenza per il passaggio dal regime di Nulla Osta Provvisorio a quello della conformità antincendio;
  • Istanze di voltura delle attività soggetto a controllo VVF
  • Rilascio/rinnovo SCIA per serbatoi GPL
  • valutazione e perizie tecniche su impianti di protezione attiva antincendio esistenti;
  • certificazioni ai fini della resistenza di strutture portanti e/o separanti;
  • Comunicazione all'ISPESL delle centrali termiche.

In accordo con la normativa vigente, i professionisti A2C elaborano soluzioni che minimizzano il ricorso a modifiche onerose delle strutture o degli impianti, che spesso non sono indispensabili ai fini dell'adeguamento antincendio.

Il presente servizio è attivo solo in Campania, nelle province di Salerno, Avellino e Napoli

 
Contattaci per avere ulteriori informazioni:   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Il presente servizio è riferito ad impianti fotovoltaici situati nei seguenti comuni: Salerno, Cava de' Tirreni, Battipaglia, Scafati, Nocera Inferiore, Eboli, Pagani, Angri, Sarno, Pontecagnano Faiano, Nocera Superiore, Capaccio, Mercato San Severino, Agropoli, Baronissi, Campagna, Castel San Giorgio, Fisciano, Bellizzi, Sala Consilina, Montecorvino Rovella, Giffoni Valle Piana, Pellezzano, Siano, San Valentino Torio, San Marzano sul Sarno, Montecorvino Pugliano, Roccapiemonte, Sant'Egidio del Monte Albino, Vallo della Lucania, Vietri sul Mare, Teggiano, Castellabate, Roccadaspide, Camerota, Sapri, Altavilla Silentina, Olevano sul Tusciano, San Cipriano Picentino, Montesano sulla Marcellana, Albanella, Ascea, Maiori, Bracigliano, Padula, Buccino, Giffoni Sei Casali, Amalfi, Polla, Sassano, Centola, Casal Velino, San Gregorio Magno, Palomonte, Tramonti, Serre, Positano, Oliveto Citra, San Giovanni a Piro, Colliano, Contursi Terme, Sicignano degli Alburni, Vibonati, Santa Marina, Pisciotta, Acerno, Caggiano, Minori, Sant'Arsenio, Sanza, Castel San Lorenzo, San Mango Piemonte, Buonabitacolo, Castelnuovo Cilento, Corbara, Montecorice, Ceraso, Ravello, Pollica, Auletta, Atena Lucana, Cetara, Postiglione, Ogliastro Cilento, Novi Velia, Torre Orsaia, Praiano, Salento, Montano Antilia, Caselle in Pittari, Celle di Bulgheria, Moio della Civitella, Castelcivita, Torchiara, Perdifumo, Valva, San Rufo, Laurino, San Pietro al Tanagro, Trentinara, Rofrano, Monte San Giacomo, Roccagloriosa, Aquara, Calvanico, Omignano, Scala, Laviano, Piaggine, Casaletto Spartano, Sessa Cilento, Gioi, Castiglione del Genovesi, Felitto, Torraca, Futani, Cicerale, Giungano, Ricigliano, Casalbuono, Petina, Orria, Laureana Cilento, Lustra, Alfano, Cannalonga, Perito, Ispani, San Mauro Cilento, Prignano Cilento, Stio, Atrani, Controne, Rutino, Laurito, Bellosguardo, Roscigno, Furore, Stella Cilento, Magliano Vetere, Ottati, Conca dei Marini, Morigerati, Sant'Angelo a Fasanella, Pertosa, San Mauro La Bruca, Corleto Monforte, Castelnuovo di Conza, Salvitelle, Cuccaro Vetere, Sacco, Monteforte Cilento, Tortorella, Santomenna, Campora, Romagnano al Monte, Serramezzana, Valle dell'Angelo, Avellino, Ariano Irpino, Monteforte Irpino, Mercogliano, Solofra, Atripalda, Montoro Inferiore, Cervinara, Montoro Superiore, Grottaminarda, Mirabella Eclano, Montella, Avella, Serino, Lioni, Montemiletto, Forino, Mugnano del Cardinale, Calitri, Baiano, San Martino Valle Caudina, Sant'Angelo dei Lombardi, Nusco, Altavilla Irpina, Volturara Irpina, Bisaccia, Frigento, Aiello del Sabato, Montecalvo Irpino, Sperone, Pratola Serra, Gesualdo, Rotondi, Lauro, Caposele, Montefalcione, Fontanarosa, Bagnoli Irpino, Manocalzati, Sturno, Flumeri, Montemarano, Sirignano, Contrada, Prata di Principato Ultra, Vallata, Lacedonia, Paternopoli, San Michele di Serino, Venticano, Cesinali, Calabritto, Bonito, Taurasi, Pietradefusi, Quindici, Capriglia Irpina, Chiusano di San Domenico, Roccabascerana, Montefredane, Torella dei Lombardi, Santo Stefano del Sole, Castelfranci, Andretta, Grottolella, Melito Irpino, Quadrelle, Ospedaletto d'Alpinolo, Casalbore, Domicella, Pago del Vallo di Lauro, Aquilonia, Guardia Lombardi, Villanova del Battista, San Sossio Baronia, Marzano di Nola, Castelvetere sul Calore, Moschiano, Sant'Andrea di Conza, Summonte, Lapio, Taurano, San Potito Ultra, Teora, Pietrastornina, Carife, Santa Lucia di Serino, Conza della Campania, Santa Paolina, Montefusco, Torre Le Nocelle, Vallesaccarda, Morra De Sanctis, Scampitella, Luogosano, Zungoli, San Mango sul Calore, Savignano Irpino, Castel Baronia, Candida, Trevico, Cassano Irpino, Villamaina, Tufo, Rocca San Felice, Sant'Angelo all'Esca, Senerchia, Monteverde, San Nicola Baronia, Salza Irpina, Greci, Sant'Angelo a Scala, Parolise, Sorbo Serpico, Torrioni, Chianche, Montaguto, Cairano, Petruro Irpino.

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 05 Luglio 2018 13:18
 

E' possibile lasciare un commento effettuando il login