Skip to content

A2C

  • Increase font size
  • Decrease font size
  • Default font size
  • default color
  • black color
  • cyan color
  • green color
Rumore Stampa E-mail
Consulenza

Il rumore è un fenomeno oscillatorio che consente la trasmissione di energia attraverso un mezzo. Viene definito come una somma di oscillazioni irregolari, intermittenti o statisticamente casuali. Dal punto di vista fisiopatologico, facendo riferimento all'impatto sul soggetto che lo subisce, il rumore può essere meglio definito come un suono non desiderato e disturbante.

Il rumore acustico è collegato da sempre coi concetti di fastidio e di danno. L'interesse al rumore, e quindi la nascita di studi e ricerche per comprenderne la genesi e gli effetti e tentarne una limitazione, ha un primo impulso con lo sviluppo delle città, e successivamente con lo sviluppo delle realtà industriali.

 

Un pò di storia

Il problema del rumore urbano fu oggetto di legiferazione anche da parte di Giulio Cesare, che a questo scopo promulgò la Lex Julia Municipalis, che impediva il passaggio dei carri fino al pomeriggio inoltrato.

Plinio il vecchio, nel suo Naturalis Historia (V, X, 54) accenna alla possibilità che rumori prodotti da fiumi e rapide possano provocare sordità.

Di rumore e disturbo della quiete pubblica a Roma parla il poeta satirico Giovenale: parlando del vociar dei mercanti, del chiasso al passaggio dei carri, del baccano delle mandrie. Si legge nella sua Satira terza, di come i romani dovevano sopportare non solo il disturbo arrecato dal rumore perenne, ma anche i danni alla salute ad esso connessi.

Bisogna aspettare Bernardino Ramazzini (1633-1714) per uno studio approfondito della relazione professionale rumore-danno, nel suo De Morbis Artificium Diatriba.

 

Il gruppo A2c offre i seguenti servizi nel campo dell'Acustica Ambientale:

 

  • Valutazione dei rischi da esposizione all’agente fisico “Rumore” in ambiente di lavoro, ai sensi D.Lgs. N.81/2008.
  • Valutazione del clima acustico esistente e dell’impatto acustico prodotto da sorgenti emittenti di diverso genere (fabbriche, attività commerciali, strade, ferrovie, etc…), in riferimento a D.P.C.M 01/03/1991, Legge n. 447 del 26/10/1995, D.P.C.M14/11/1997, Decreto Ministeriale 16/03/1998, Decreto  Lgs.n. 194 del 19/08/2005;
  • Valutazione della “Componente Rumore” nel contesto di Valutazioni di Impatto Ambientale (VIA) e di Valutazioni di Sostenibilità Ambientale e Territoriale (VALSAT) ed elaborazione di piani comunali di classificazione acustica;
  • Determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici (indice del potere fonoisolante apparente di partizioni fra ambienti, indice dell’isolamento standardizzato di facciata, indice del  livello di rumore di calpestio di solai normalizzato) ai sensi del D.P.C.M. 05/12/1997;
  • Assistenza alla progettazione e alla direzione della messa in opera dei materiali per la buona prassi dell’isolamento acustico dei fabbricati.

contattaci per avere ulteriori informazioni.

 

 

Riferimenti Legislativi di Acustica
D.P.C.M. 1° marzo 1991
"Limiti massimi di esposizione al rumore negli ambienti abitativi e nell'ambiente esterno".
G.U. n°57 (serie generale) del 08/03/91

Legge 26 ottobre 1995, n°447
" Legge quadro sull'inquinamento acustico".
Supplemento ordinario alla G.U. n°254 (serie generale) del 30/10/95
D.M. 31 ottobre 1997
"Metodologia di misura del rumore aeroportuale"

G.U. n°267 (serie general) del 15/11/97
D.P.C.M. 14 novembre1997
"Determinazione dei valori limite delle sorgenti sonore"
G.U. n°280 (serie generale) del 01/12/97
D.P.C.M. 5 dicembre 1997
"Determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici"
G.U. n° 297 (serie generale) del 22/12/97
D.P.C.M. 11 dicembre 1997, n° 496
"Regolamento recante norme per la riduzione dell'inquinamento acustico prodotto dagli aeromobili civili"
G.U. n° 20 (serie generale) del 26/01/98
D.M. 16 marzo 1998
"Tecniche di rilevamento e di misurazione dell'inquinamento acustico"

G.U. n°76 (serie general) del 01/04/98

D.P.C.M. 31 marzo 1998
"Atto di indirizzo e coordinamento recante criteri generali per l'esercizio dell'attività del tecnico competente in acustica, ai sensi dell'art 3 , comma 1, lettera b), e dell'art. 2 commi 6,7 e 8, della legge 26 ottobre 1995, n°447 -Leegge quadro sull'inquinamento acustico-"
G.U. n°120 (serie generale) del 26/05/98
D.P.R. 18 novembre 1998 n°459
"Regolamento recante norme di esecuzione dell'articolo 11 della legge 26 ottobre 1995, n°447, in materia di inquinamento acustico derivante da traffico ferroviario" 
G.U. n°2 (serie generale) del 04/01/99
D.P.C.M. 16 aprile 1999, 215
"Regolamento recante norme per la determinazione dei requisiti acustici delle sorgenti sonore nei luoghi di intrattenimento danzante e di pubblico spettacolo e nei pubblici esercizi"
G.U. n°153 (serie generale) del 02/07/99
D.M. 20 maggio 1999
"Criteri per la progettazione dei sistemi di monitoraggio per il controllo dei livelli di inquinamento acustico in prossimità degli aeroporti nonchè criteri per la classificazione degli aeroporti in relazione al livello di inquinamento acustico"

G.U. n°225 (serie general) del 24/09/99
D.P.R. 9 novembre 1999 n°476
"Regolamento recante modificazioni al decreto del Presidente della Repubblica 11 dicembre 1997, n° 496, concernente il divieto di voli notturni" 
G.U. n°295 (serie generale) del 17/12/99
D.M. 03 dicembre1999
"Procedure antirumore e zone di rispetto negli aeroporti"

G.U. n°289 (serie general) del 10/12/99

D.M. 29 novembre 2000
"Criteri per la predisposizione, da parte delle società e degli enti gestori dei servizi pubblici di trasporto o delle relative infrastrutture, dei piani degli interventi di contenimento e abbattimento del rumore"

G.U. n°285 (serie general) del 06/12/00
D.P.R. 3 aprile 2001 n°304
"Regolamento recantediscipline delle emissioni sonore prodotte nello svolgimento delle attività motoristiche, a norma dell'articolo 11 della legge26 novembre 1995, n° 447" 
G.U. n°172 (serie generale) del 27/07/01
Ultimo aggiornamento Venerdì 28 Gennaio 2011 13:03
 

E' possibile lasciare un commento effettuando il login