A2C - Consulenza tecnica specialistica Altre News La cenere di carbone
La cenere di carbone
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Altre News

ceneri-aa4Quando il carbone viene bruciato per produrre elettricità, viene creata la cenere di carbone. E i sottoprodotti delle ceneri di carbone possono includere delle ceneri volatili, pesanti, scorie di caldaia e materiali per la desolforazione dei gas di combustione.

 

 

Questo articolo ha come obiettivo una rapida panoramica sulle caratteristiche e sui rischi ed è rivolto a chi vive o lavora, vicino centrali o luoghi dove si brucia carbone.

 

ceneri-aa2

Secondo l'Agenzia per la protezione dell'ambiente degli Stati Uniti le ceneri di carbone sono uno tra i più pericolosi rifiuti industriali. Ad esempio negli Stati Uniti le centrali alimentate a carbone ne generano 130 milioni di tonnellate l'anno.
Le ceneri di carbone potrebbero contentere:

  • arsenico,
  • boro,
  • piombo,
  • cadmio,
  • cromo,
  • litio,
  • mercurio,
  • molibdeno,
  • tallio,
  • silice.

L'esposizione può causare irritazione alla pelle, alle vie respiratorie e agli occhi. L'ingestione attraverso il naso o la gola può causare nausea, vomito e diarrea. Secondo alcuni studi, alcuni dei composti contenuti nella cenere di carbone possono causare il cancro.
Potenzialmente la cenere di carbone può essere riciclata in prodotti come cemento o pannelli di rivestimento. Il restante può essere smaltita in discariche specializzate.

ceneri-aa3

Il rischio è legato alla quantità di ceneri con cui si viene a contatto. Ed è consigliabile effettuare una misura del particolato in modo da capire la granulometria e quindi la pericolosità.
Nell'ambito aziendale è necessario effettuare un approfondimento nel documento di valutazione dei rischi e se si reputa probabile questa evenienza è consigliabile formulare degli scenari possibili e quindi esprimere una valutazione del rischio.
Queste sono solo alcune delle informazioni da sapere sulle ceneri di carbone e sui potenziali rischi di esposizione.

ceneri-aa1

 

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 28 Gennaio 2022 15:26
 

E' possibile lasciare un commento effettuando il login