A2C - Consulenza tecnica specialistica Altre News L'effetto Dunning Kruger e il rischio di fare da sé
L'effetto Dunning Kruger e il rischio di fare da sé
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Altre News

Effetto Dunning-Kruger-miniLe persone spesso valutano erroneamente il proprio livello di competenza, credendolo molto più alto di quanto in realtà non sia. Si chiama “Effetto Dunning-Kruger” e coinvolge prima o poi tutti. Si tratta di "conoscenza apparente" che può causare molti danni, in quanto ci si crede erroneamente competenti e di conseguenza si possono commettere errori fatali. L'unica soluzione è rivolgersi e confrontarsi con esperti di quel settore.

 


Faccio un esempio divertente: nel 1995 un ladro a Pittsburgh negli Stati Uniti rapinò una banca in pieno giorno e senza maschera. Quando fu arrestato qualche giorno dopo rimase sorpreso perchè a suo avviso era impossibile che fosse stato riconosciuto in quanto aveva cosparso la propria faccia con il succo di limone, che notoriamente era inchiostro simpatico. Può sembrare una barzelletta, ma è un fatto successo veramente. La perizia psichiatrica dimostro che non era pazzo.

vetroefuocoQuattro anni dopo, nel 1999, gli psicologi Dunning e Kruger, dopo aver dopo aver letto le numerose testimonianze tra cui Socrate e Darwin circa il fatto che "L'ignoranza genera fiducia in se più spesso della conoscenza" decisero di eseguire una serie di esperimenti sugli studenti dell'Università di Cornell a New York. Esaminarono l'autovalutazione che i soggetti davano sulle proprie capacità di ragionamento logico, grammaticale e umoristico. Dopo essere venuti a conoscenza del proprio punteggio nei test, ai soggetti veniva nuovamente chiesto di dare una valutazione del proprio livello: il gruppo dei competenti lo stimava correttamente, mentre quello dei non competenti continuava a sopravvalutare il proprio livello. Secondo quanto annotarono i due psicologi:
«Nel corso di quattro studi, gli autori hanno trovato che i partecipanti appartenenti all'ultimo quartile della classifica per quanto riguarda i risultati dei test su umorismo, grammatica e logica, sovrastimavano di molto il proprio livello di performance e di abilità. Sebbene i punteggi li accreditassero nel 12° percentile, essi reputavano di essere nel 62°

E' possibile quindi tracciare un grafico qualitativo sull'effetto Dunning-Kruger, che mette in relazione la conoscenza percepita e la competenza effettiva.
Tracciando degli assi cartesiani con in ascisse la competenza e in ordinate la fiducia in se stessi, abbiamo un curva che presenta:

  • un picco iniziale, che possiamo definire "della sovrastima"
  • successivamente una "valle dell'umiltà",
  • seguita da una lenta e asintotica "crescita del consolidamento"
  • per finire all'"altopiano della saggezza".

Cioè detto in termini semplici, quando una persona approccia un nuovo argomento in poco tempo ha l'impressione di esserne padrone. Successivamente quando si spinge un pò più avanti negli studi si rende conto di essere profondamente ignorante; ed a poco a poco se continua ad approfondire tende nel tempo ad aumentare molto lentamente sia la propria competenza e sia fiducia in se stessi.

In particolare gli individui meno competenti

  • tendono a sopravvalutare le proprie capacità,
  • non riescono a riconoscere abilità superiori negli altri,
  • non valutano correttamente l'entità della loro incompetenza,
  • si renderebbero conto e riconoscerebbero la propria precedente mancanza di abilità qualora ricevessero un addestramento per l'attività in questione.

Effetto Dunning-Kruger

 

A riprova dell'esattezza di questa teoria, Dunning portò uno studio del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti su un campione di 25000 persone intervistate sulla loro competenza finanziaria; 800 di questi avevano avuto fallimenti economici gravi, e si ritenevano più esperti degli altri in campo finanziario.

Concludendo, quando non si è realmente esperti di un settore, c'è il serio rischio di essere ingannati da se stessi. Ci tengo a precisare che primo o poi tutti incappano nell'effetto Dunning-Kruger; ad esempio, anche gli esperti in fisica delle particelle, potrebbero sovrastimarsi in capacità finanziarie e rovinarsi.
L'unica soluzione è rivolgersi e confrontarsi con esperti di quel settore specifico. Perchè solo affidandosi ad altri si ha la possibilità di avere un altro punto di vista e capire che la materia è più ampia di quanto inizialmente si pensi. Cioè passare dal "picco della sovrastima" alla "valle dell'umiltà".
Concludo citando Confucio:

la vera conoscenza sta nel conoscere il livello della propria ignoranza.

Ultimo aggiornamento Giovedì 04 Febbraio 2021 19:12
 

E' possibile lasciare un commento effettuando il login